Il cappotto termico, è soggetto a richiesta di occupazione suolo pubblico? Se si, quando?

Aggiornamento: 19 gen


Sempre più imprese edili e amministratori di condominio ci chiedono se il cappotto termico è soggetto a richiesta di occupazione di suolo pubblico nel comune di Milano.



La risposta è SI, quando abbiamo una proiezione verticale del cappotto termico sullo spazio pubblico, o sulla proprietà privata soggetta a servitù di passaggio ( vedasi ART. 2 comma 1 e 4 ) dobbiamo richiedere un permesso d'occupazione suolo pubblico permanente, indifferentemente dall'altezza di possa.


NB: per la possa del cappotto termico con l'ausilio del ponteggio oppure della piattaforma aerea sarà necessario presentare richiesta separata con l'apposito modulo.


Come si presenta la pratica per la concessione di occupazione suolo con cappotto termico?

La richiesta di occupazione suolo pubblico con cappotto termico si presenta compilando il modulo ''manufatti diversi'' ( scaricabile dalla pagina MODULI) ed allegando i seguenti documenti :

- bollettino di pagamento delle spese istruttorie di € 25,00

- fotocopia carta d’identità del richiedente/legale rappresentante

- copia iscrizione CCIAA (solo per le società)

- nulla osta della proprietà dell’immobile (quando necessario)

- il nulla osta dell’Ufficio Tutela Beni Ambientali o della Soprintendenza (per immobili tutelati o di pregio)

- su di un’unica tavola:

• cartiglio con indicato il tipo di opere da realizzare e dati di rito

• aerofotogrammetria in scala 1:2000 o 1:1000 con evidenziato in tinta rossa il punto esatto dell’intervento/manufatto

• planimetria in scala 1:100 o 1:500 con indicata l’esatta posizione dell’intervento/manufatto e dell’area propedeutica all’esecuzione dei lavori con le relative tempistiche (cantiere)

• sezione particolare in scala 1:20

- relazione tecnico descrittiva delle opere da realizzare, dei materiali utilizzati, dei colori e delle forme

- rendering o fotografia con simulazione del risultato che si ottiene dalla realizzazione delle opere richieste.

- poiché trattasi di lavoro che interessa il soprassuolo o il suolo pubblico con struttura mobile a tutti gli effetti e non si prevedono scavi in sottosuolo, si allegano 5 copie dell’elaborato planimetrico.

Il tutto deve essere inviato via PEC al Comune di Milano Area Pubblicità e Occupazione Suolo Largo de Benedetti 1.


In quanto tempo arriva la concessione?

Se la pratica presentata rispetta il regolamento COSAP, mediamente ci vogliono circa 90 giorni dal momento della presentazione.


Quando si paga la tassa e a quanto ammonta?

Con le ultime modifiche del regolamento Comunale in merito alle tassa di occupazione suolo pubblico è stato deciso che il cappotto termico è esente dal pagamento della tassa.


A cosa vado incontro se non presento la richiesta e poso il cappotto abusivamente?

Nel caso in cui non si decide di posare il cappotto termico senza il permesso del comune di Milano, tralasciando le multe amministrative le quali possono ammontare a diverse migliaia di euro, bisogna precisare che ci sarà l'obbligo della rimozione dell'occupazione abusiva.


Voi vi occupate della richiesta di questo tipo di concessioni?

Assolutamente si, noi offriamo un servizio a ciclo completo quindi voi non dovrete preoccuparvi di nulla. In più ci occupiamo della preparazione e presentazione delle pratiche per occupazione con ponteggi, autoscale, traslochi. Per qualsiasi necessità rimaniamo a vostra disposizione al numero: 0256 569 928 oppure via e-mail: info@milanoosp.it

3.091 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti