Occupazione di suolo pubblico straordinaria per bar e ristoranti,chi può aprire da lunedì 26 aprile?


Il 26 aprile la Lombardia inizierà a riaprire. Si ritorna alla zona gialla prima del previsto e ci saranno alcune regole nuove.


La novità più importante è che finalmente i ristoranti e i bar potranno lavorare anche di sera, ma solo all'aperto.


I ristoranti potranno così riaprire, in zona gialla, anche a cena, ma solamente con i tavoli all’aperto. Questo novità è la luce di speranza per i numerosi ristoratori milanesi che ormai da più di un anno sono chiusi a cena, ma allo stesso tempo scatena diverse polemiche da parte di chi non ha i tavoli all'aperto.


"A Milano quasi un locale su due non ha la possibilità di svolgere la propria attività all'aperto. Questo penalizza fortemente quasi la metà dei locali milanesi" - le parole del segretario generale di Confcommercio Milano


Bisogna specificare che una parte dei ristoratori avrebbe la possibilità di richiedere la concessione per occupare il suolo pubblico nel comune di Milano con la procedura straordinaria, attiva dal maggio del 2020.


Cosa prevede l'occupazione straordinaria del suolo pubblico nel comune di Milano?

Nel 2020 per contrastare alla diffusione del virus e per aumentare il numero di posti a sedere per i bar e ristoranti, la giunta comunale aveva adottato l'occupazione straordinaria del suolo pubblico.

Attualmente questa concessione permette ai bar e ristoranti di occupare gratuitamente fino al 30.06.2021 una porzione del marciapiede e della sosta auto per svolgere la propria attività anche all'aperto. La concessione sarà prorogabile fino alla fine dell'anno, ma ad oggi non è stato ancora deciso se il Comune di Milano applicherà una tassa di occupazione suolo oppure rimarrà gratis.

Ovviamente, per poter usufruire di questo ''bonus'' l'area che dovrà essere occupata deve rispettare certe condizioni tecniche.


Come posso capire, se è possibile occupare il suolo pubblico davanti al mio locale usufruendo del ''bonus COVID'' ?

Il Comune di Milano a pubblicato una guida per la progettazione dell'occupazione e il regolamento.

In base al quale risulta che uno dei fattori più importanti è la larghezza del marciapiede.

Ovvero, se vogliamo occupare parte del marciapiede dobbiamo garantire minimo 2,00 metri per il passaggio dei pedoni. Quindi la larghezza minima del marciapiede deve essere di 2,50 metri.


Le cose cambiano quando possiamo occupare la sosta auto davanti al locale. Si può occupare la sosta auto solo sulle strade definite , ai sensi dell'art. 2 del Codice della Strada, come locali o come residenziali, nonché all’interno delle aree omogenee definite, ai sensi del Codice della Strada, Zone 30, purché compatibili con parametri di sicurezza stradale legati all’intensità del traffico veicolare e dei mezzi pubblici di superficie. In questo caso il marciapiede dovrà essere largo almeno 1,50 metri. Se il marciapiede è largo meno di 1,50 metri possiamo ricreare la parte mancante del marciapiede con l'ausilio di una pedana.


In quanto tempo arriva la concessione straordinaria per occupare il suolo pubblico con tavolini e dehor?

I tempi di attesa sono decisamente inferiori rispetto alla classica occupazione.

Ci vogliono massimo 15 giorni per avere la concessione per occupare il suolo pubblico sul marciapiede, e massimo 30 giorni se dobbiamo occupare la sosta auto.


Quanto suolo pubblico posso occupare per il mio ristorante?

Tendenzialmente si occupa lo spazio davanti alla propria vetrina, mantenendo una distanza minima di 2,00 metri dai passi carrabili e dalle attività confinanti. L'area occupabile può essere aumentata previo accordi e rilascio di nulla osta da parte delle attività confinanti. E comunque in carreggiata non si può occupare più di 10 metri lineari.


Quanti tavoli posso mettere?

Il numero di tavoli viene calcolato con la seguente formula: mediamente un tavolo con due posti a sedere per ogni 2metri quadrati.


Cosa mi serve per presentare la pratica di occupazione suolo pubblico straordinaria con tavolini e dehor per bar e ristoranti nel Comune di Milano?

Per presentare la pratica servono i seguenti documenti:

  1. registrarsi al portale geopost.comune.milano.it

  2. planimetria dell'occupazione realizzata in base al regolamento comunale

  3. carta d'identità dell'amministratore delegato

  4. visura camerale della società richiedente

  5. la P.E.C sulla quale arriverà la concessione

  6. i dati catastali del locale




Voi vi occupate della preparazione e della presentazione della pratica?

Si, in questi giorni presentiamo diverse richieste di occupazione suolo per i nostri clienti che vogliono approfittare del bonus e lavorare anche di sera.

Visto il periodo, il nostro compenso per la presentazione è alla mano di tutti.

Per avere opinione sulla fattibilità dell'occupazione davanti al vostro locale e per un preventivo, siamo alla vostra disposizione.



361 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti